Investire in Borsa sulle Blue Chips, dal Dow Jones a Euro Stoxx 50

Per chi vuole investire in Borsa al giorno d’oggi ci sono tanti strumenti e tante soluzioni per accedere ai mercati finanziari. Basta infatti avere un conto corrente online collegato ad un deposito titoli per avere l’accesso diretto e indiretto ai mercati finanziari internazionali a partire dalle principali borse mondiali così come viene spiegato in maniera dettagliata nell’approfondimento su http://www.investireinborsa.me/guida/principali-borse-mondiali.php .

Per esempio, anche se si hanno piccoli capitali a disposizione per investire, si possono comprare le azioni quotate a Wall Street, dai titoli che fanno parte dell’indice Dow Jones, le cosiddette Blue Chips, e passando per quelli che sono quotati sul Nasdaq dove molte società quotate operano nel settore tecnologico. In base all’area geografica scelta per investire in Borsa, gli indici guida permettono di scegliere i titoli giornalmente più scambiati, ovverosia quelli che hanno una capitalizzazione elevata e che, a mercati aperti, offrono sempre la possibilità di negoziare le azioni, anche per importi rilevanti, al miglior prezzo di mercato in acquisto come in vendita.

E così, se per gli USA tra i titoli più capitalizzati ci sono quelli del Dow Jones, da Apple a JP Morgan e passando per Exxon Mobil, DuPont e Wal-Mart Stores, per l’Europa l’indice delle Blue Chips da prendere in considerazione è l’Euro Stoxx 50. A far parte dell’indice Euro Stoxx 50 sono infatti le 50 società più liquide e più capitalizzate che sono quotate sui principali listini del Vecchio Continente, da Piazza Affari, ovverosia dalla Borsa di Milano, e passando per le piazze azionarie di Germania, Francia e Spagna.

Per esempio, attualmente fanno parte dell’Euro Stoxx 50 titoli come Assicurazioni Generali, BNP Paribas, Sanofi, Orange, Enel, L’Oréal, Allianz, Carrefour, Carrefour, Danone, Bayer Aktiengesellschaft, Deutsche Post e tanti altri. Al posto dell’acquisto diretto di azioni sui mercati finanziari, come sopra accennato, si può entrare in Borsa in maniera indiretta anche investendo su strumenti finanziari regolamentati come le quote dei Fondi Comuni di Investimento.

Attraverso il canale bancario, infatti, è possibile acquistare quote di Fondi Azionari che sono strumenti del risparmio gestito che puntano ad ottenere rendimenti annui superiori ad uno o più panieri di riferimento che sono detti e definiti come ‘benchmark’. Per investire in Fondi Azionari occorre prima verificare che la scelta sia in linea con il proprio profilo di rischio, e poi selezionare uno o più prodotti in base alla politica di investimento. Per allocazione del risparmio, infatti, i Fondi Azionari non sono tutti uguali in quanto ci sono quelli che, ad esempio, investono solo su una specifica area geografica, oppure solo su titoli azionari di un certo settore.

Oppure ancora ci sono Fondi Azionari che investono in tutto il mondo ma solo in titoli che presentano delle caratteristiche ben precise come ad esempio quelli di società quotate che pagano agli azionisti i dividendi più alti nel proprio settore economico. Si ricorda infine che, prima di sottoscrivere quote di Fondi Comuni di Investimento, occorre leggere attentamente il prospetto informativo che il soggetto proponente, regolarmente autorizzato ed abilitato, ha l’obbligo di consegnare sempre al cliente.

LEAVE A REPLY